EURODDIP-E it

https://www.youtube.com/watch?v=JS4hjkfL-sg

EURODDIP-E: IL NOSTRO PROGETTO

 

Diverse professionalità, con una vasta esperienza in ingegneria e scienze dell’educazione, presentano questa proposta che mira a offrire soluzioni adeguate e innovative con l’obiettivo principale di contribuire a superare le barriere per l’accesso all’apprendimento dei bambini con intelligenza nella norma e disabilità fisiche dell’arto superiore, aumentandone il grado di autonomia e di conseguenza, la loro inclusione nelle scuole.

Il progetto fornisce ai professionisti dell’educazione, le conoscenze, gli strumenti e i dispositivi necessari per valutare le esigenze individuali di ogni studente e personalizzare le risorse tecnologiche educative, utilizzando le TIC (consentendo agli studenti di apprendere attraverso interfaccia, software, pulsanti e altri strumenti adattati). Pertanto, Euroddip_e fornirà ai bambini con intelligenza nella norma e disabilità fisiche degli arti superiori, un dispositivo e / o un’applicazione tecnologica facile da usare, conveniente e con una risposta rapida, che garantisce autonomia nella realizzazione dei compiti loro assegnati, fino a raggiungere un maggiore successo scolastico / educativo, autostima e motivazione dei risultati, promuovendo la qualità della vita e riducendo gli oneri per le famiglie.

  

 

Migliorare la loro qualità della vita

La promozione di interventi che agevolino il processo di insegnamento – apprendimento, risulta essere ancora limitato in alcuni contesti educativi dei Paesi partecipanti al progetto. L’istruzione obbligatoria, nei Paesi partner, inizia all’età di 6 anni ed essa è rivolta anche ai bambini con disabilità, la necessità di dotare gli insegnanti di risorse adeguate che contribuiscano allo sviluppo integrale degli studenti nella fase della prima infanzia diventa di fondamentale importanza. In questo quadro, gli strumenti progettati e sviluppati da Euroddip_e aiuteranno gli insegnanti ad adattare le loro lezioni ai bambini con disabilità, per creare un ambiente inclusivo nelle classi e nelle scuole. È emerso che le questioni principali e più urgenti riguardano:

  • La promozione di attività di inclusione educativa attraverso l’uso delle TIC, migliorando la personalizzazione e semplificando la configurazione.
  • Accesso a risorse tecnologiche compatibili, facili da usare da parte di professionisti e studenti.
  • La necessità di personalizzare l’assistenza e i dispositivi in base alle esigenze specifiche dei bambini con disabilità.
  • L’acquisizione di risorse TIC convenienti, portatili, aggiornabili e personalizzabili.
  • Il coinvolgimento dei diversi professionisti dei centri nella formazione integrale degli studenti.
  • La formazione continua dei professionisti dell’educazione e il potenziamento delle loro competenze.
Kickoff Meeting, Burgos. 11-2018 - Presentation
Kickoff Meeting, Burgos. 11-2018 – Presentation
Kickoff Meeting, Burgos. 11-2018 - Team
Kickoff Meeting, Burgos. 11-2018 – Team
Kickoff Meeting, Burgos. 11-2018
Kickoff Meeting, Burgos. 11-2018
Kickoff Meeting, Università della Calabria. 11-2019 - Partners
Kickoff Meeting, Università della Calabria. 11-2019 – Partners
Kickoff Meeting, Università della Calabria. 11-2019
Kickoff Meeting, Università della Calabria. 11-2019
https://www.youtube.com/watch?v=9OQN4UG6czM&t=38s

PARTNERS

UNIVERSIDAD DE BURGOS 

COLEGIO BUENAFUENTE 

PHOENIXKM BVBA

UC LEUVEN-LIMBURG 

UNIVERSITAÁDELLA CALABRIA 

RARISSIMAS 

FUNDACIÓN ANAN CAROLINA DIEZ MAHOU 

AEPMI 

Maggiori informazioni sui nostri partner

The European Commission’s support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents, which reflect the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.